<< indietro


TESTO CRITICO DI GINO TRAVERSI
Bergamo, 1974
Bergamo - Galleria Modì

ROSANNA FORINO

Forino ama la concretezza e ha sempre rivolto la sua amorevole attenzione verso i fatti della natura, la figura in primo luogo, senza porsi soverchi problemi che non fossero quelli di zone quotidianamente esperite e recepite come stimolo all'indagine conoscitiva. Il disegno di cui possiede larga padronanza, costituisce ancora oggi il mezzo espressivo più immediato e la componente base della sua costruzione.

La Forino va affermandosi anche come buona ritrattista e in questo genere non facile il suo maggiore impegno è volto a cogliere il carattere più che l'aspetto esterno del soggetto.

^ torna su ^